Come diventare social media manager: studi e possibilità

Come diventare social media manager? Tra le nuovi professioni del nuovo millennio questa è una delle più seguite dai giovani per due ragioni. La prima è che sono orami tanti i laureati in Scienze della Comunicazione che, fino a poco tempo fa, non avevano un loro sbocco ed ora, invece, sanno dove andare. La seconda, forse ancor più importante, è che i Millenials, quelli nati dopo il 2000, di questi temi sono “nativi”, cioè sono nati già con le competenze che ora cercano le aziende.

Come spesso accade per le cose nuove, però, prima che si cristallizzi un know how e, soprattutto, un consultabile corpus di materie oggettivo e incontrovertibile, non mancano cialtroni e improvvisati di ogni sorta a monetizzare i dubbi. I pericoli della formazione sbagliata da social media manager sono tanti ma ci sono le soluzioni per evitarli tutti.

Come? Già iniziando a leggere questa importante mini-guida.

Come diventare social media manager, quindi, passa dalla conoscenza di dove muoversi nel campo dell’apprendimento e di chi siano i soggetti realmente accreditati al farlo. Non una cosa da poco.

I new media

La prima grande distinzione che si deve fare in merito è che, come nella comunicazione tradizionale, anche in rete esistono diversi tipi di new media ed ognuno ha le sue regole ed il suo modo di funzionare che deve conoscere un buon social media manager per rendere efficace quello che dice un’azienda. Ecco quali sono.+

Blog

Si tratta di spazi personali dove persone, non per forza giornalisti professionali, scrivono su diversi temi e argomenti. Sono liberi dalle regole delle leggi sulla Stampa in Italia e, non avendo un Direttore Responsabile a capo, possono pubblicare più facilmente contenuti scomodi o, comunque, politicamente scorretti.

Social Network

Sono i vari Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn e le altre novità del momento. A loro volta hanno regola interne ma la particolarità della comunicazione sui social network più in senso generico è che si tratta di luoghi dove la gente interagisce e reagisce. In un libro non si può mentre qui si commenta e ci si confronta. Con tutti i pro e i contro del caso.

Testate giornalistiche online

Rispetto ai blog hanno la struttura identica alle testate della carta stampate ma, rispetto a loro, hanno maggiore libertà di pubblicazione, perché non c’è il problema della carta che costa e che, quindi, impone uno spazio ridotto e circoscritto e hanno anche la preziosa opportunità di rettificare, modificare ed integrare costantemente un contenuto. Non va bene? Serve altro? Devi cambiare direzione? Se sei un bravo social media manager, sai che in questo caso lo puoi fare.

Come lavorare sui social network

Ora che sei a conoscenza di questi solchi legati alla rete e alla comunicazione in essa dipanata, devi capire come trovare lavoro da social media manager.

Il consiglio numero uno è aprire e gestire un profilo LinkedIn professionale dove realmente stanno le aziende e dove possono vedere quello che fai e come lo fai. Ci sono dei corsi base su LinkedIn perché il canale è molto di più del semplice scrivere un curriculum vitae su un profilo tra cui, a titolo di esempio, citiamo quello online di iWebyou qui. La sua forza, a detta di chi già lo ha fatto, è che è stato riprodotto in italiano lo stille tipicamente americano dell’insegnare in modo pratico e diretto alla gente con lezioni mirate e precise e con video dallo stile leggero ed ironico. Come diventare social media manager col sorriso sulle labbra.

Le communities

Esistono comunità online di social media manager dove si condividono risultati, tools e idee nuove e starci dentro è essenziale per stare collegato a questo mestiere di cui non è sempre facile trovare nuova linfa.

I gruppi Facebook

Si tratta di spazi dove farsi notare e notare quello che serve al mercato. Devi imparare a starci leggendoli e imparando anche a leggere tra le righe per avere la chance di captare prima degli altri dove andranno le aziende e cosa faranno nei mesi prossimi.

WhatsApp

Orami non è chat ma un social network a sé. Lo usano le redazioni per tenerci sopra costanti riunioni e lo usano, soprattutto negli Stati Uniti, per fare azioni di marketing. Devi comunicare alle aziende su WhatsApp sfruttandone le caratteristiche ed anche le zone grigie da “giocarsi” in modo professionale.

*** Forse ti interessa sapere cosa si cela dietro al successo dei corsi Instagram ormai collegato all’attività del come diventare social media manager ***

Come diventare social media manager? Adesso sai rispondere a questa domanda ma, se sei intelligente, sai anche che conosci solo la punta dell’iceberg della materia e che, se hai voglia di goderti i frutti di un lavoro ancora così poco noto, devi studiare bene.

Non ti perdere corsi di laurea e master ad hoc delle università telematiche. Sarà nostra cura “coprirli” con gli articoli che mettiamo sempre nel nostro blog tematico oppure rispondere e tutti i quesiti che ci porrai in merito tramite la nostra pagina dedicata.

Non ci sono commenti

Inserisci commento