Ecco gli sbocchi lavorativi di Scienze Politiche presso le telematiche

E’ anche comprensibile che nel 2017 una facoltà come Scienze Politiche eserciti un fascino forte sui giovani. Ormai i ragazzi sono abituati a viaggiare e superare i confini non è più un impresa come prima. Il globo, poi, è diventato minuscono, a portata di click, ed ora spaventa di meno trovare impiego in un settore così ampio e affascinante. Ci sono gli sbochi lavorativi? Secondo le telematiche sì e non pochi. Merito di come questa tipologia moderna di atenei ha declinato le materie. Fatevi un’idea da soli continuando a leggere fino alla fine questo post che ben spiega il tutto, seppur in modo sintetico.

Molti credono che l’unico tra gli sbocchi lavorativi di Scienze Politiche sia l’ambasciatore. Il mestiere in sé è grandioso ma è talmente altisonante che spaventa tanto e spesso si fugge da questi studi per questo. E’ un errore gravissimo perché questa facoltà, declinata e modernizzzata dalle università telematiche, ha preso nuova linfa e per voi è una fucina di opportunità. Fatevi un’analisi rapda di questi due punti e lo vedrete da soli.

Programma di Scienze Politiche

Se un viaggio si giudica dalla meta e una battaglia dall’esito, un percorso di studi si palesa nella sua vera natura dagli obiettivi che persegue. Ecco quelli in questione:

  • migliorare i rapporti con l’estero;
  • avere una conoscenza approfondita delle tecniche di comunicazione specifiche del corso di studi prescelto;
  • padroneggiare l’impianto metodologico multidisciplinare delle scienze sociali:
  • interpretare i fenomeni collegati all’internazionalizzazione delle relazioni umane.

Va da sè che non potete sognare di varcare i confini se non avete piena padronanza scritta e orale della lingua inglese, spagnola e cinese.

Scienze Politiche: le materie

Una lastra ancora più “all’osso” di questa formazione arriva se si guarda controluce il corso. E come si fa? Vedendo davvero quali sono le aree tenatiche che sui libri emergeranno e in cui vi imbatterete. Eccole:

  • analisi di scenario a livello nazionale o internazionale;
  • progettazione ed applicazione di metodologie quali-quantitative per la gestione di situazioni complesse;
  • funzioni di controllo e di ausilio alla governance;
  • consulenze nei settori economici e sociali, tra le quali consulenze del lavoro;
  • coordinamento di attività di relazioni con il pubblico;
  • ricerca settoriale nei campi statistici, economici e sociali.

Se un tema come gli sbocchi lavorativi in Scienze Politiche delle telematiche vi scalda il cuore, leggetelo, in tutte le sua sfaccettature attraverso i post settimanali del nostro blog tematico. Se poi qualcosa non viene coperto da questa azione informativa densa, ce lo potete domandare direttamente attraverso la pagina dedicata.

Non ci sono commenti

Inserisci commento