Cosa mangiare se si studia online? Ve lo diciamo noi

Cosa mangiare se si studia online? Il tema è interessante non solo per un aspetto puramente estetico in un periodo della vita (presumibilmente i vostri vent’anni) in cui l’aspetto fisico aiuta la socializzazione tra feste tra studenti e serate in discoteca ma anche da un punto di vista squisitamente legato all’apprendimento. Mettersi sui libri leggeri o appesantiti da pranzi Luculliani non è la stessa cosa ed è scientificamente provato che la digestione interagisca anche col cervello ed il suo corretto funzionamento a pieno regime. Premettendo che si tratta di una mini-guida, e che quindi non può essere uno scritto esauriente al 100% sul tema, ecco alcuni passaggi da tenere a mente per avere a fuoco le basi e per impostare la vostra giornata su una corretta alimentazione. Fatene buon uso e fatene base per poi, eventualmente, approfondire il tutto tra web e consigli che in prima persona sul nostro blog vi diamo. Buona lettura.

Prima di prendere penna e carta per capire cosa mangiare se si studia online, vi ricordiamo ancora una volta di prendere questo articolo solo come un primo passo sull’argomento leggendo i nostri articoli sul blog tematico ma anche analizzando per bene le risposte che forniremo ai vostri quesiti, quelli che, senza filtro, ci porrete a colpi di click attraverso la pagina dedicata.

Ora che la premessa è stata fatta, possiamo addentrarci in questa analisi culinaria/formativa.

Ecco la lista di alimenti da mettere nel proprio menu da studenti:

  1. Il pesce, perché contiene fosforo per la memoria;
  2. Frutta secca, perché ha al suo interno acidi grassi che agiscono sul cervello;
  3. Cereali integrali, perché aiutano ad andare di corpo e quindi ad essere più leggeri;
  4. Le mele, perché la loro buccia contiene un potente antiossidante;
  5. Le verdure crocifere, che poi sono broccoli, cavoli e cavoletti e sono alleati della memoria;
  6. Il cioccolato fondente, che sa sviluppare le vostre capacità di apprendimento.

I vantaggi della formazione a distanza

Questo discorso non fa che sottolineare i vantaggi della formazione a distanza. La FAD molto spesso è stata dibattuta e messa alla gogna da chi cercava di detenere lo scettro del regno della formazione in Italia ma la società, come sempre accade, è andata avanti anche in tal senso.

Perché conviene studiare in eLearning? Perché i video delle lezioni sulla piattaforma li potete vedere 24 ore su 24, liberando del tutto il vostro diritto allo studio e facilitando per sempre categorie storicamente accidentate come le mamme studentesse e o gli studenti lavoratori. Non solo. Non esistono limiti di views dei suddetti video, e questo significa che potrete seguire la stessa lezione quante volte vorrete in modo tale che avrete modo di assimilare i concetti coi vostri personali tempi di apprendimento.

Va, infine, detto che studiare col computer vuol dire avere tutto il materiale didattico ed i libri di testo disponibili in pochi click senza che impazziate a cercare in giro le cose.

La preparazione del caffè dello studente

E se vi è chiaro cosa mettere sotto ai denti mentre avete sotto agli occhi dei libri, potreste abbinarci qualcosa da bere. Non si tratta di un approccio da somelier ma di un altro consiglio per aumentare la concentrazione mentre si studia.

Capirete meglio scoprendo l’esatta preparazione del mitico caffè dello studente. Eccolo:

  • Prendete una moca e versate l’acqua nel bollitore e riempendo il filtro di caffè;
  • Mettete la moca sul fuoco e aspettate che il caffè sia pronto ma non versatelo ancora nella tazze;
  • Lavate la caffettiera, versate il caffè nel bollitore al posto dell’acqua ed inserite il filtro mettendoci di nuovo caffè;
  • Rimettete la caffettiera sul fuoco ed attendete che il caffè esca in tutto il suo splendore.

Cosa non deve mangiare uno studente

Ogni aspetto ha due facce e non si esime da questa regola aurea quest’argomento. Se vi è chiaro cosa mangiare se si studia online, allora dovete sapere anche cosa non deve mangiare uno studente.

La lista dei cibi da evitare nello studio è la seguente:

  • Zuccheri;
  • Sale;
  • Junk Food;
  • Fritti;
  • Cibi precotti
  • Alcol.

“Mai una gioia” si direbbe ma consolatevi col fatto che si tratta solo di un periodo di vita preciso e circoscritto.

Il successo dei nutrizionisti

L’articolo porta all’analisi ormai evidente delle ragioni del successo dei nutrizionisti. Si tratta di un mestiere che solo dieci anni fa era poco noto ed ora, invece, è molto ambito e presenta delle opportunità di lavoro preziose.

Studiare per diventare un nutrizionista, quindi, è un’opzione intelligente per voi perché avete individuato un bisogno oggettivo della società moderna che vi garantirà appetibilità sul mercato del lavoro.

Cercate i tanti corsi di laurea online sul nutrizionismo per capire le materie che affronterete e i docenti che vi aiuteranno ad entrare in questa precipua area tematica moderna.

Concluso questo primo giro su cosa mangiare se si studia online, ricordatevi di seguire i consigli che vi abbiamo dato in apertura. Approfondite, approfondite, approfondite. Noi ci siamo sempre e siamo a portata… di mouse.

Non ci sono commenti

Inserisci commento